Un matrimonio a Villa Cimbrone è di certo una di quelle esperienze da conservare per sempre nel cuore e nella mente. 

Villa Cimbrone è un luogo magico. Varcare il grande portone di ingresso è un po’ come varcare la soglia di un sogno. E i sogni – si sa – appartengono a colui che sogna e ne rappresentano i desideri più nascosti, i pensieri, l’immaginazione. Villa Cimbrone è un luogo perfetto da questo punto di vista. Circondata da giardini fioriti, immersa nel verde, collocata quasi a mezz’aria tra le montagne e il mare della costa amalfitana, con il suo susseguirsi di angoli impreziositi da elementi di decoro e  di design di inestimabile valore storico, è il luogo perfetto in cui lasciarsi trascinare dall’immaginazione e dalla fantasia. 

Per il matrimonio di Kate e Brian, Villa Cimbrone è divenuta un luogo a tratti gotico, con un trionfo di tonalità scure ad esaltare il fascino degli archi e delle colonne che fanno della Cripta uno dei luoghi più suggestivi qui a Ravello. 

Un matrimonio a Villa Cimbrone: quando le origini non si dimenticano

Kate e Brian si sono conosciuti nel 2016. kate si trasferì a Nashville per aprire una boutique di abbigliamento e cominciarono così una relazione a distanza. Brian capì presto di non poter fare a meno di lei…e si trasferì anche lui a Nashville!
Trascorsi alcuni mesi, si sono ufficialmente fidanzati in un romantico vigneto poco distante dalla loro casa.

Kate adora l’arte deco e la moda americana degli anni ’20, le linee geometriche, il bianco e nero e, sopra ogni altra cosa, adora le tonalità scure e decadenti.
Brian ha uno stile più classico, fanatico di tutto ciò che fa il look di James Bond.

Vivendo entrambi lontani dalla propria città natale, hanno pensato che sposarsi all’estero potesse essere la soluzione perfetta per il loro matrimonio ed essendo Kate di origini italiana – la sua famiglia è di Napoli  – la meravigliosa Ravello è stata la destinazione da loro prescelta.

L’intimità del rito cattolico nella Chiesa di Santa Maria a Gradillo

La Chiesa di Santa Maria a Gradillo è uno dei luoghi di culto più suggestivi di Ravello.  

Sorta nel corso del sec.XI questa piccola chiesa è legata alla vita civile di Ravello in epoca medievale. E’ infatti il luogo in cui il Capitano veniva investito Duca amalfitano e lì si teneva il parlamento. Trasformata in stile barocco nel settecento, una successiva ristrutturazione del 1958-63 ha ripristinato il suo stile originario. 

Nella sua architettura, la Chiesa di Santa Maria a Gradillo rispecchia in pieno lo stile locale caratterizzato da elementi bizantini e arabi che si innestano armonicamente su uno schema pressoché classico. 

Ed in questo luogo pieno di fascino e di storia, Kate e Brian sono divenuti marito e moglie. 

La Chiesa è a pochi passi dalla piazza del Duomo, dove si è svolto un breve rinfresco, rallegrato dalle vivaci note del quintetto napoletano che ha accompagnato tutto il resto dell’evento.

Quando il classico incontra il moody: la perfetta sintonia di Kate e Brian  

La spiccata personalità di Kate ha preso forma in un look intrigante esaltato da un seducente abito della collezione NO VI. di  Galia Lahav. 

Questa collezione, ispirata  alla vita reale in cui tutti viviamo, fatta di una costante combinazione di elementi concreti e elementi di natura digitale ed in cui la necessita di essere abbastanza coraggiosi da rimanere autenticamente se stessi si insinua nel continuo intrecciarsi di impegni di vita reale e sogni selvaggi. Galia Lahav ha voluto puntare sull’autenticità, mescolando il glamour del proprio marco ad elementi di innocenza e libertà sui quali gioca la stratificazione dei media. 

Con questo abito dal volume morbido e uno stile giovane che conserva comunque tutta l’ eleganza di una sposa, lo stile di Kate si è armoniosamente incontrato con il look più classico, di un’eleganza senza tempo sfoggiato da Brian nel suo stizzosissimo abito rigorosamente nero.  

La nota più marcatamente dark che ha fatto da filo conduttore per lo styling dell’intero evento si è mantenuta anche nel meraviglioso bouquet di forma spontanea con anemoni, ranucoli, astantia, ipericum ed eucaliptus egregiamente realizzato – unitamente al resto dei decori floreali – da Armando Malafronte.

La Cripta di Villa Cimbrone si anima di atmosfere gotiche 

La passione spiccata di Kate per le tonalità dark ha dato la spinta all’impeccabile lavoro di styling messo a punto dall’eccezionale team di Exclusive Italy Weddings.

Con due tavoli imperiali, un table setting rigorosamente nero, intervallato da punte di bordeaux lungo il runner centrale realizzato con un cordone di ulivo e ruscus arricchito da peonie bianche e bordeaux e rose spray e per finire le candele anch’esse nere su candelabri dorati, la gia di per sé suggestiva cripta si è animata di atmosfere gotiche che hanno accolto tutti i presenti in un caldo e seducente abbraccio…. 

Vendors
Bride Dress Designer
Bridesmaids Dress Designer

Leave A Comment