back to top
Separation row
Adriana

Adriana

"Interpreta la Bellezza come essenza vitale di tutte le cose"


 Per indole e temperamento, si colloca intellettualmente in una dimensione temporale che spazia dal movimento Hippie degli anni ’60/’70 ai movimenti New Romantic e Gothic Punk degli anni ’80.

Sublilmente romantica, interpreta la Bellezza come essenza vitale di tutte le cose, riuscendo sempre a cogliere - anche in ciò che per molti è orrido, spaventevole e incontrollabile - qualcosa di infinitamente bello.

E’ un essere silenzioso e discreto, difficile da richiudere nella cornice di un unico stile.

Troverete in giro per casa sua la locandina di Kill Bill accanto ad un poster di Yellow Submarine, una raccolta di poesie di Charles Bukowski accanto ad un saggio di Albert Camus.

La formazione di stampo psico-pedagogico ne fanno un’appassionata dell’essere umano, colto nella rete di relazioni che lo sostengono e lo definiscono.

Ha approfondito l’utilizzo della fotografia come strumento terapeutico in contesti di crisi, è approdata alla fotografia di matrimonio per questioni di “cuore”…e niente poteva essere più appropriato.

E’ il giusto tocco femminile all’interno di un team prevalentemente maschile, è lo sguardo romantico della “donna” alle prese con il racconto dell’amore, in tutte le sue forme.

Predilige ogni forma di comunicazione non verbale, utilizza la parola scritta per evocare immagini e le immagini per suscitare parole che raccontino  - il più possibile - d’ Amore e di Bellezza.